IN MEMORIA DI CRISTINA PAVESI
Cristina Pavesi era una ragazza di 22 anni, studentessa universitaria iscritta all'ultimo anno di Lettere presso l'Università di Venezia. Viveva a Conegliano con i genitori e il fratello.

E' stata uccisa da una bomba il giorno 13 dicembre 1990, mentre tornava a casa in treno da Padova, dove si era recata per incontrare un professore con il quale avrebbe dovuto preparare la tesi di laurea.
Era partita nel pomeriggio da Padova con il diretto Bologna-Venezia e avrebbe dovuto rientrare a Conegliano verso sera. Vicino a Padova, però, il suo treno ha incrociato un altro convoglio, il Venezia-Milano, che in quel momento era stato preso d'assalto da una banda di rapinatori. I banditi volevano impossessarsi dei valori che si trovavano nel vagone postale: la polizia li ha affrontati; c'è stata una sparatoria; i malviventi hanno lanciato una bomba a mano proprio nel momento in cui arrivava il treno di Cristina. La terribile esplosione ha fatto saltare in aria il finestrino del suo scompartimento. Le schegge dei vetri l'hanno colpita e Cristina è morta all'istante.
L'assalto al treno si è rivelato in seguito un attacco della mafia del Brenta, di cui la banda degli assaltatori faceva parte.

Il Comune di Conegliano, con il favore dei familiari e degli amici di Cristina, il 13 dicembre 2000, a dieci anni dalla morte della ragazza, ha voluto dedicarle l'Informacittà-Informagiovani: la scelta di questo ufficio, luogo d'incontro, di scambio e di confronto tra le persone, ha voluto simbolicamente rappresentare la posizione dell'Amministrazione Comunale e di tutta la cittadinanza a favore del dialogo pacifico tra le persone e in antitesi allo scontro violento quale mezzo di espressione.


Level A conformance icon,W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0
Informacittà - Informagiovani "Cristina Pavesi" - P.le F.lli Zoppas, 70 (biscione- stazione autocorriere) - 31015 Conegliano (TV)
Orario: Lunedì 09.00 - 12.00 - da Merc. a Ven. 9.00 - 12.00 e 16.00 - 18.00 ---- Tel. 0438 413319 / 413403 - Fax 0438 413569 - email
Chi era Cristina Pavesi Vai al sito del Comune