CITTA' DI CONEGLIANO

Città del Cima, culla del Prosecco superiore

Mobilita debole





La mobilità pedonale rappresenta il livello base della mobilità sostenibile, perché camminare è il modo naturale di spostamento dell'uomo, è democratico (anche chi non possiede un mezzo di locomozione può muoversi a piedi) ed è universale, cioè avviene in tutte le età, luoghi e categorie sociali.



La mobilità pedonale è in grado di generare effetti positivi sull'organismo e sull'ambiente urbano:

- effetti sanitari sull'individuo, a seguito dell'attività motoria svolta dal pedone
- effetti ambientali ed economici, quando gli spostamenti vengono effettuati a piedi anziché con l'uso di automezzi; tali effetti sono correlati alla riduzione di emissioni (effetto serra e sostanze inquinanti), alla riduzione della congestione veicolare (aumenta il tempo trascorso nelle strade dagli automobilisti per percorrere le stesse distanze), al risparmio nei costi di trasporto e nel consumo di energia degli automezzi.
- effetti sociali, a seguito delle occasioni d'incontro tra pedoni negli spazi pubblici

La mobilità ciclabile (o mobilità ciclistica) è una modalità di spostamento o di trasporto. Un termine in parte sovrapponibile è quello di ciclabilità, che indica il quadro normativo, le infrastrutture e le soluzioni di viabilità per l'uso della bicicletta.
I principali benefici oggettivi della mobilità ciclabile riguardano:

- il decongestionamento dal traffico motorizzato;
- la diminuzione dell'impatto ambientale (inquinamento atmosferico e acustico) del traffico in città;
- l'incremento di forme di mobilità eco-sostenibili e l'aumento della sicurezza stradale; - il miglioramento dell'efficienza della viabilità e del trasporto (pubblico e privato), vista la riduzione dei mezzi privati circolanti;
- la tutela degli utenti della strada più esposti ai rischi del traffico, come ciclisti e pedoni.
Di seguito vengono elencate le pubblicazioni relative               Per ulteriori ricerche utilizzare:   CERCA NELL'ARCHIVIO

Cliccare sulla lente per leggere la pubblicazione nella sua interezza.