CITTA' DI CONEGLIANO

Città del Cima, culla del Prosecco superiore

ITALIANO
 ITALIANO
ENGLISH
 ENGLISH
FRANCAIS
 FRANCAIS
DEUTSCH
 DEUTSCH

Francesco Beccaruzzi



Francesco Beccaruzzi nacque a Conegliano intorno agli anni 1492-1493 e mori' a Treviso intorno al 1562-1563).

Il pittore coneglianese effettuò dapprima un tirocinio nella bottega di Cima da Conegliano ed in seguito continuò l'attività sotto la guida del Pordenone, che lo condusse a Treviso per i lavori artistici da svolgersi presso una cappella del Duomo. Del periodo di collaborazione con Pordenone è sopravvissuto, in particolare, l'Incontro di Gioacchino e Anna.

Svolse tuttavia la maggior parte della sua attività a Conegliano.

Non mancarono le influenze artistiche veneziane del Tintoretto e di Palma il Vecchio, evidenti in alcune opere, come in Ritratto di giovane donna.

Durante la fase artistica matura, Beccaruzzi si accostò a Tiziano e grazie a questa derivazione realizzò San Francesco che riceve le stimmate, opera che molti critici ritengono la più riuscita per l'impostazione, per il cromatismo e per il connubio delle diverse influenze.

Nell'ultimo periodo artistico, Beccaruzzi si ispirò allo stile del Veronese, di cui diede dimostrazione nello Sposalizio di Santa Caterina.

La sua casa natale è situata nel centro storico di Conegliano, dove confina con il Convento di San Francesco al numero civico 17 della via a lui dedicata. Casa Beccaruzzi è oggi sede dell'ANA di Conegliano


La casa natale del pittore
Di seguito vengono elencate le pubblicazioni relative               Per ulteriori ricerche utilizzare:   CERCA NELL'ARCHIVIO

Cliccare sulla lente per leggere la pubblicazione nella sua interezza.