immagine
inizio pubblicazione: 23-12-2014
fine pubblicazione: 31-12-2020

Villa Gera

ufficio:    pubblicazione

Villa Gera fu voluta nel 1827 da Bartolomeo Gera, membro dell'omonima nobile famiglia, e venne progettata dall'architetto Giuseppe Jappelli. La costruzione di questa villa era destinata a modificare fortemente lo sguardo sul colle, divenendo uno degli edifici più caratteristici di Conegliano: essa, infatti, ergendosi sulla parte alta del colle di Giano, oltre a dominare tutta la città e la pianura coneglianese, si frappone tra il Castello e la parte alta del centro storico, dove sorge il Convento di San Francesco.

Nel 1837 fu chiamato Giovanni De Min, perché affrescasse il salone della villa, con episodi storico-mitologici.

Nel primo Novecento la villa fu luogo di occupazione tedesca durante la seconda guerra mondiale, perdendo parte degli affreschi proprio in occasione di un incendio divampato nel 1943.


Localizzazione geografica